ZOZA

Il paese sorge sul versante di un colle ed è particolarmente ombreggiato sul lato nord. Questo amplifica ancora di più la sensazione di essere stretti da un imponenti circolo di vette, attraversato dall' impetuoso Rizzanese. Questo complesso montano, sebbene di altezza modesta (il punto più alto del paese è infatti la rocca del Tafunatu - 847 metri), durante l' inverno riduce notevolmente il passaggio della luce solare.

In effetti, un proverbio recita :
Zoza di mala furtuna
D' invernu, mai sole
D' estate , mai luna

A sud-ovest del paese, un picco di 455 metri detto PUNTA DI CASTEDDU deve il suo nome ad un' antica torre quadrata di cui è possibile vedere ancora le fondamenta. Eretta sul sito del Casteddu di Riccio, nel XIV secolo fu chiamata TORRA DI CASTEDDU e nel Medioevo serviva a controllare questa parte del Rizzanese. Un tempo la PUNTA DI CASTEDDU costituiva un avamposto dal quale i Corsi potevano osservare i movimenti delle truppe saracene in fondo alla vallata. Inoltre, secondo una leggenda, in corrispondenza della Punta Di Casteddu esisterebbe una caverna profonda comunicante con il Rizzanese. Nei diversi rioni di ZOZA, che sono : MEZZA IN SU detto anche MEZZA IN GHJO, CORRENTINO, POGGIOLO, MEZZA IN SOPRA, PETRAJOLO e CHJERCHAJA si trovano grandi abitazioni dall' aspetto superbo alcune delle quali mostrano una bella struttura in granito. Queste case rappresentano le varie tipologie della regione e vanno dal semplice casseddu adibito a residenza estiva, alla casa padronale intonacata con balconi passando per la dimora a forma di torre, stretta e con pietre a vista. Venendo da SANTA LUCIA, all' entrata ovest del paese sarete accolti da una croce in legno piuttosto imponente. É stata donata da un artigiano locale e sorprende la presenza degli utensili che vi sono appesi (tenaglie, un martello, una scala, un chiodo ...) e che rievocano la passione di Cristo. Un po' più in basso, potete notare la chiesa in granito dedicata a SANTA MARGHARITA. L' elegante campanile ad essa adiacente, traforato e dalla forma slanciata, domina su giardini terrazzati. Il 20 luglio, dopo la grande messa, gli abitanti usano ancora organizzare una processione in onore di Santa Margherita. A nord-est del paese, un sentiero vi condurrà al PONTI VECCHJU sul Rizzanese. A monte di questo ponte potrete scoprire la bellezza di una cascata mentre a valle troverete due piscine naturali, molto apprezzate nella stagione estiva. Superato Zoza, la strada prosegue in salita verso Sorbollano costeggiando il fiume : luogo ideale per gli amanti della pesca o per fare kayak e canoa.